New York Central park

Come organizzare il primo viaggio a New York senza agenzia

New York di notte
New York di notte

Come organizzare il primo viaggio a New York fai date? Vi state domandando se è possibile organizzare il primo viaggio a New York da soli? La risposta è sì: con i consigli giusti si può fare! Vi racconto come mi sono organizzata io, quando dopo aver rimandato questo viaggio per varie volte ho preso i biglietti aerei con una offerta online e nel giro di un mese ho dovuto organizzare tutto, da sola, e per tutta la famiglia! Certo è che con il fai da te risparmierete un bel po’ su un viaggio che comunque ha dei costi abbastanza alti.

Non vi nascondo che un po’ il panico mi è preso, ma ho cercato di utilizzare un po’ di buon senso e soprattutto di chiedere chi già ci era stato prima di me. Andiamo con ordine perché sicuramente le cose da tenere a mente sono tante, ma come vi ho detto organizzare il primo viaggio nella Grande Mela  da soli si può fare!

I documenti necessari per il viaggio a New York:

  • Passaporto Elettronico, il passaporto dev’essere in corso di validità, cioè valido per almeno 6 mesi oltre la data di soggiorno nel paese.
  • Esta, questo documento è indispensabile per poter entrare negli States in caso di viaggio per turismo, quindi un viaggio breve. Si tratta dell’abbreviazione di “Electronic System for Travel Authorization” e viene richiesto dal governo americano per poter avere maggiori informazioni su chi entra nei propri confini. Richiederlo è molto semplice: basta cliccare  su questo link Sito Governo US scegliere l’opzione “Create New Application” e fornire le informazioni richieste. Fate ATTENZIONE però l’Esta ha un costo di 21$ a persona, inoltrate direttamente la richiesta tramite la pagina del governo americano. Chiederlo in agenzia o su altri siti ha un costo molto più elevato.

L’ESTA ha una validità di 2 anni e normalmente la richiesta viene accettata entro 72 ore. Per richiedere e ottenere l’ESTA avrai bisogno di:

  • avere un passaporto elettronico con validità di almeno 6 mesi
  • fornire un indirizzo di un hotel o alloggio privato dove trascorrerai il tuo soggiorno negli Stati Uniti
  • lasciare gli States entro 90 giorni dal tuo arrivo
  • presentare un biglietto aereo di uscita dal paese
  • Assicurazione di viaggio, è necessario stipularne una perché la sanità in America è privata, quindi in caso di emergenze conviene essere coperti, noi ne abbiamo stipulata una con Columbus, completa sia per il viaggio che per eventuali imprevisti sul posto, https://www.columbusassicurazioni.it/

Come preparare l’itinerario delle cose da vedere a New York in un viaggio fai da te:

Io da sempre utilizzo le guide della Lonely Planet, le trovo sempre ben fatte e aggiornate. Quindi anche per New York ho strutturato l’itinerario con questa guida, in più però ho integrato con delle fonti multimediali:

  • con l’ascolto di un Podcast che mi è stato molto utile, è in inglese, vi lascio qui il link, New York Travel Tips and Hacks,
  • in più ho sbirciato su Instagram e Tik Tok per i consigli dell’ultimo minuto sui post più recenti delle persone che da poco avevano visitato le attrazioni che mi interessavano, questo è molto utile perché possono esserci cambiamenti di orario, aperture e chiusure, o molto più semplicemente consigli utili per affrontare meglio la visita ad una attrazione.

Connessione Internet/Telefono:

A New York troverete il wifi ovunque, ogni locale ha la sua rete, ma in generale io ho preferito avere una connessione stabile perché usavo il cellulare come mappa per muovermi, di conseguenza potete valutare l’offerta per US del vostro fornitore. Io ho preferito utilizzare una e-sim, una Sim digitale. Si tratta di Airalo, ecco in breve cosa è necessario fare per utilizzarla:

  • sono andata su https://www.airalo.com/ e ho scaricato l’App,
  • ho installata facilmente sul mio Iphone la sim digitale, poi
  • ho scelto il piano tariffario (solo Giga), e
  • l’ho attivato una volta arrivata a New York
  • attenzione perché non tutti i telefoni supportano le sim digitali, ma in generale gli ultimi modelli Iphone, Samsung, ecc le supportano, comunque è bene verificare prima
  • nel caso vogliate utilizzare Airalo vi lascio il mio codice sconto ELIANA9746 (3 dollari sul primo acquisto)

Come muoversi nella Grande Mela:

App consigliate:

Io ho utilizzato Google Map e Citymapper, Google map è perfetto per la metro, indica chiaramente le fermate e i tragitti con orari aggiornati, Citymapper è più utile sui tratti da fare a piedi.

La metro di New York, the Subway:

Come ci siamo mossi a New York? A piedi e con la metro, la metro è veramente utile per spostarsi nelle parti più lontane. Fate attenzione alle stazioni in cui entrate perché spesso da quello dipendono le direzioni dei treni. Fondamentalmente i treni si muovono verso Nord rispetto a Manhattan o verso Sud, quindi le indicazioni principali da tenere a mente sono le due direzioni Uptown/Queens/Bronx se si va verso Nord e Downtown/Brooklyn se si va verso Sud. Per il resto dovrete vedere le fermate che vi interessano sull’App perché in stazione non troverete indicazioni.

Metro
The Subway

La metro, o meglio The Subway come la chiamano gli americani a New York funziona 24 ore su 24, ha 472 stazioni e 27 linee, è dunque una delle più grandi al mondo. Io l’ho trovata molto sporca, ma devo dire che funziona davvero bene.

Il biglietto singolo ha il costo di 2,75 dollari, ma se state una settimana vi conviene il forfait settimanale, che scatta automaticamente se pagate con carta contactless dopo i primi 12 viaggi.

C’è anche un abbonamento settimanale chiamato Metrocard, che consente un uso illimitato di bus e metro, al costo di 33 dollari, ma noi non lo abbiamo fatto, perché pagando con carta contactless ai tornelli, poi il sistema a fine settimana applica comunque il tetto massimo di 33 dollari. Dunque è più semplice e comodo pagare con carta contactless.

OMNY, One Metro New York:

Dal 2019 a New York è entrato in vigore il sistema di pagamento OMNY, acronimo che sta per One Metro New York : si tratta di una modalità di pagamento contactless  per poter accedere alla metropolitana e ai bus della Grande Mela, senza dover possedere una tessera o un biglietto fisico. Basta quindi avvicinare una carta di credito, debito o ricaricabile che abbia questa funzionalità sui dispositivi presenti prima dei tornelli della metropolitana, o sugli autobus, e l’importo della corsa verrà scalato in modo automatico dal vostro conto. E’ necessario fare Tap sui tornelli solo in entrata.

Questo metodo si può anche utilizzare attraverso il vostro smartphone o smartwatch, se sono abilitati ai pagamenti contactless e avete impostato una carta di pagamento all’interno del vostro wallet digitale.

Un consiglio: evitate taxi e bus perché a New York,  visto il traffico potreste perdere molto tempo, più semplice e veloce usare la metro.

Cosa non dovete dimenticare prima di partire per il vostro viaggio a New York:

  • Di abilitare le carte di credito all’uso negli Stati Uniti: è sempre bene ricordarsi di avvisare i servizi bancari che per alcuni giorni sarete negli US
  • Di portare un adattatore: le prese americane sono diverse da quelle Italiane ( e anche da quelle inglesi)
  • Di portare borraccia e ombrellino: il nostro hotel consentiva il refill di acqua e con la borraccia non avrete il problema di fermarvi a comprarla; l’ombrello ve lo consiglio perché il tempo è molto variabile, soprattutto in primavera, la stagione in cui siamo andati noi.

Tips utili per organizzare il primo viaggio fai da te a New York:

  • Citypass: se vi state chiedendo se convenga fare o meno un pass per le attrazioni potete fare la somma del costo delle cose che volete vedere e capire se spenderete di più o di meno con il pass, noi abbiamo fatto il Citypass classico, con 5 attrazioni incluse, che vanno prenotate in anticipo sul web.
  • La mancia: ricordate che la mancia qui è obbligatoria; quindi, non abbiate paura di scordarvela perché ve la addebiteranno direttamente sul conto, vi faranno però scegliere prima di pagare che percentuale di mancia volete lasciare, di solito al ristorante le percentuali possono essere: 20%, 25% e 30%.
  • In aeroporto: In aeroporto considerate tempi lunghi per il controllo passaporti, sia all’arrivo che in partenza, almeno 1 ora e mezza. Per raggiungere la città dall’aeroporto abbiamo preferito prendere il taxi, che ha un costo fisso da JFK a Manhattan di 100/110 dollari. Lo abbiamo preso sul posto, senza prenotarlo in anticipo. Se non volete prendere il taxi da JFK potete prendere l’Airtrain fino a Queens, Jamaica Station, e poi la metro. Per abbreviare i tempi dei controlli c’è adesso una nuova app che si può usare arrivando a New York, la Mobile Passport Control. Prima di partire per New York potete creare un profilo per voi e per le altre persone che viaggiano con voi. Si potrà passare in una fila dedicata più veloce.
  • Volo e Hotel: Abbiamo volato con Delta Airline, compagnia di bandiera americana, e ci siamo trovati molto bene. Abbiamo approfittato di una offerta e acquistato i biglietti ad un prezzo molto vantaggioso, tramite il sito di Air France.
  • Abbiamo alloggiato nell’hotel Hamptonn Inn Manhattan 35th st/Empire State Building, https://www.hilton.com/en/hotels/nycemhx-hampton-manhattan-35th-st-empire-state-bldg/, un hotel molto essenziale ma comodo e pulito, con colazione inclusa, bevande sempre disponibili (acqua, tè, caffè), posizionato a 10 minuti da Times Square e a cinque dall’Empire State Building, sulla bellissima Herald Square.

Tra le attrazioni da vedere vi lascio un paio di suggerimenti per decidere come strutturare l’itinerario:

Come vedere la Statua della Libertà senza spendere un dollaro con lo Staten Island Ferry: il traghetto gratuito

Rispondi