Colomba Pasquale a lievitazione naturale con LiCoLi

Colomba Pasquale a lievitazione naturale (2).JPG
Colomba Pasquale a lievitazione naturale

Come fare la Colomba Pasquale a lievitazione naturale

Tra la colomba fatta con il lievito di birra e quella con il lievito naturale c’è un abisso. Quella a lievitazione naturale è morbida, profumata, fresca, mentre quella fatta con il lievito di birra può risultare addirittura secca. Ma come fare una Colomba Pasquale a lievitazione naturale con LiCoLi ?

E come fare però a gestire il lievito naturale? Troppo il tempo che richiede…Una buona soluzione è la versione liquida della pasta madre, il LiCoLi: è un ottimo lievito. Facile da rinfrescare (si può fare con le fruste elettriche) e meno frequentemente del lievito madre in pasta.

Ma torniamo alla nostra Colomba Pasquale, volete provare a farla con il LiCoLi?

E allora seguitemi perché di seguito vi scrivo al ricetta per fare una buonissima Colomba. Vi anticipo che ci vorrà un po’ di tempo, un lievito rinfrescato spesso, (almeno tre volte il giorno prima). Saranno necessari 2 impasti:

  • il primo impasto da fare la sera
  • il secondo impasto da fare la mattina.

Ingredienti primo impasto Colomba Pasquale a lievitazione naturale:

  • 75  gr. di Licoli rinfrescato più volte
  • 250 gr. di farina di forza (o manitoba)
  • 80 gr. di burro,
  • 80 gr. di zucchero semolato,
  • 90 gr. di latte
  • 1 uovo e 2 tuorli

Impastare il lievito con la farina, lo zucchero e il latte, aggiungere gradualmente uova e tuorli, infine il burro morbido. Lavorare a lungo, poi  mettere a lievitare in una ciotola unta di burro per circa dodici ore a 23/25°. L’impasto deve raddoppiare.

Ingredienti secondo impasto Colomba Pasquale a lievitazione naturale:

  • 250 gr di farina
  • 65 gr di zucchero
  • 1 cucchiaino di miele
  • 3 tuorli
  • 60 gr di burro
  • 1 bacca di vaniglia
  • 100 gr di gocce di cioccolata o 125 gr di canditi

Lavorare farina, zucchero, miele, vaniglia e tuorli, poi aggiungere il primo impasto ed infine il burro, amalgamare bene il tutto e come ultima cosa aggiungere i canditi oppure le gocce di cioccolato.

Fare riposare mezz’ora poi mettere nello stampo da un chilo dando forma alla colomba: faremo un salsicciotto centrale per la parte lunga e 2 palline di impasto per le ali. Lasciare lievitare al caldo per circa 6/8 ore. Ricoprire con la glassa.

Glassa:

Miscelare 50 gr. di mandorle tritate, 100 gr. di zucchero e 50 gr. di albume.

Guarnire con Mandorle intere e zucchero in granella, infornare a 180° per 45-50 minuti (regolarsi con la prova-stecchino oppure con il termometro, quando la temperatura interna raggiunger i 90 ° la colomba è cotta).

Appena sfornata la colomba deve essere infilzata con dei ferri da lana, o con dei grandi spiedini, poi lasciata appesa per farla freddare qualche ora.

Spolverizzare con zucchero a velo.

La Colomba Pasquale  è pronta!

Vi propongo anche un’altra ricetta per fare la Colomba:

Colomba al lievito secco

E se siete curiosi ecco la storia di questo dolce, la Colomba Pasquale:

Storia della Colomba Pasquale

Colomba Pasquale a lievitazione naturale (1)
Colomba Pasquale a lievitazione naturale

Colomba pasquale con lievito madre essiccato – Easter cake

Come realizzare una colomba pasquale con lievito madre essiccato:

Colombe Pasquali 

Ultimamente mi sono messa alla ricerca di una ricetta che permetta di realizzare un’ottima colomba fatta in casa, ma con l’uso di lievito madre essiccato. Il lievito madre dà un sapore particolare alla Colomba. Ma quello essiccato permette di risparmiare un sacco di tempo rispetto al lievito madre tradizionale, che va rinfrescato continuamente.

 

Dopo varie ricerche ho trovato una ricetta che  funziona. Volete provarla? Eccola:
Dosi per 1 colomba da kg (o due da mezzo kg)
1° impasto ore 20:

Ingredienti:
300 gr di Farina per lievitati ( va bene anche una Manitoba da supermercato)
117 gr di Acqua
96 gr di Zucchero semolato
15 gr di lievito madre secco
123 gr di Tuorli
137 gr di Burro

Preparazione:
Iniziate ad impastare con la foglia.
Impastate la farina un po’ alla volta (tenetene un pò da parte da inserire durante le fasi di lavorazione) con acqua e il lievito madre secco, appena si forma un impasto elastico aggiungete un pò di tuorlo.
Fate assorbire, poi inserite lo zucchero e ancora un pò di farina, fate asciugare e incordare e mettete il resto dei tuorli sempre un pò per volta, seguito dal resto dello zucchero e una spolverata di farina fate incordare per bene. Al termine di questa fase, quando vedete che l’impasto è ben aggrappato alla foglia, sostituite quest’ultima con il gancio, fate riprendere ben l’impasto e iniziate ad inserire il burro.
Inserite il burro morbido, piano piano aspettando che il precedente sia del tutto assorbito, in tutto ci vorranno circa 35 minuti e questa è una cosa importante, perché l’impasto alla fine deve essere bene incordato.
Fate lievitare, in una ciotola velata di burro coperto da pellicola, dentro il forno (a 28°) fino a che l’impasto triplichi,

 

2° impasto h 8 del mattino (controllate prima che l’impasto abbia triplicato):

Ingredienti:
Il 1° impasto
55 gr di Farina da panettone (farina di forza o manitoba)
25 gr di Tuorli
l’emulsione (come scritto sotto)
22 gr Zucchero semolato
27 gr di Burro
Sale, 6 gr
210 gr di Canditi o gocce di cioccolato

Per l’emulsione profumata:

30 gr burro – 15 gr miele   – buccia di due arance grattugiate – semini di 1 bacca di vaniglia – tre cucchiai di liquore Amaretto

Preparazione:
Preparate in anticipo tutti gli ingredienti compresa l’emulsione.

Aggiungete al primo impasto la farina e incordate . Quindi aggiungete il tuorlo e lo zucchero e incordate. Aggiungete l’emulsione, poca alla volta, e incordate. Ora aggiungete il sale e incordate.Infine aggiungete il burro poco per volta, facendo incordare sempre prima di inserire altro burro.
Come ultima cosa inserite la frutta candita (o le gocce di cioccolata) impastando al minimo per distribuire il tutto uniformemente.
Far riposare l’impasto per circa 60′ a 28°, ( nella ciotola stessa della planetaria e messo nel forno). Passato questo tempo, prendete l’impasto e pirlate . Fatelo riposare una decina di minuti e dividete l’impasto, in un pezzo di 2/3 e un pezzo di 1/3 di grandezza.
Prendete l’impasto più piccolo, dividetelo in due e formate dei salsicciotti che metterete nel posto delle ali, invece con l’impasto più grande formate il corpo, dando anche qui la forma di un filone.

Quindi trasferire l’impasto nello stampo , coprire con pellicola e mettere nel forno a luce accesa a lievitare per circa sei/sette ore. Se ci mette di più non preoccupatevi, quando arriva a 1.5/2 cm dal bordo, tirate fuori la Colomba e lasciatela scoperta così che si formi una pellicina, per circa 15 minuti, il tempo di scaldare il forno. Poco prima di infornare glassate la Colomba, facendo attenzione perché troppa glassa potrebbe compromettere il risultato.
Dopo aver messo la glassa, cospargere con zucchero in granella e mandorle intere.
Per la cottura: 165° per un 40  min. circa, più altri 20 minuti  a 150°. Vericate sempre la cottura con la prova stuzzicadenti.

Alla fine della cottura sfornate la Colomba, infilzatela con dei ferri da lana e appendetela a testa in giù per qualche ora. Sarà necessario per far sì che la Colomba non si sgonfi.

 

error

Enjoy this blog? Please spread the word :)